Incontro sul tema “Essere donna oggi”

Martedì 20 novembre 2018 si è svolto nel salone dell’Istituto l’incontro “Essere donna oggi”, tenuto dalla dottoressa Caterina Signa, psicoterapeuta e Vicepresidente dell’Associazione Diaction.
L’evento ha offerto l’occasione per fare una panoramica sulla condizione delle donne nel mondo: ancora oggi, infatti, a fronte di un miglioramento generale della situazione femminile, restano presenti in molte aree geografiche, gravi discriminazioni e drammatici soprusi. Si pensi al dramma delle spose bambine: secondo il Rapporto “Every Last Girl” di Save the Children questa sorte tocca ogni anno a 15 milioni di minori ed una su tre ha meno di 15 anni… Sono state inoltre prese in esame altre dure realtà: quella delle forti differenze di accesso alla scolarizzazione tra bambini e bambine, il dramma delle mutilazioni, che vede coinvolte 130 milioni di donne, la piaga degli stupri, che sono ancora utilizzati come arma di guerra o, più frequentemente, come strumento di sottomissione e svalutazione.
Venendo al nostro Paese, anche se la Costituzione all’art.3 sostiene la pari dignità e l’uguaglianza nei diritti umani, è evidente come alle donne sia riservato un trattamento di sfavore in molti ambiti, da quello lavorativo (disparità nelle paghe e nella possibilità di carriera), a quello scientifico ed accademico (Rapporto Global Gender Gap 2017).
E’ importante che ove sussistano differenze fra uomini e donne esse vadano intese non come differenze di valore ma come SPECIFICITA’ utilizzabili per promuovere progresso ed una migliore qualità della vita. Un esempio in tal senso riguarda la medicina di genere laddove si è visto che appartenere all’uno o all’altro sesso influisce su prevenzione, cura e diagnosi delle malattie.
La serata si è conclusa con degli esempi virtuosi ossia con il racconto di aneddoti riguardanti una carrellata di donne “speciali”: da Rita Levi Montalcini a Malala Yousafzai, da Maryam Mirzakhani a Simonetta Di Pippo, riflettendo sull’importanza di andare oltre le categorizzazioni di genere abbracciando il più ampio concetto di umanità, mettendo al centro la PERSONA, le relazioni umane, e promuovendo iniziative di educazione civile in tal senso poiché solo con la cultura dell’umanità si cambia il mondo.

Impressioni di alcune ragazze presenti all’evento

“Nella serata si è discusso ampiamente sulla condizione delle donne e sulle diversità anche di natura neurologica che caratterizzano uomo e donna, rendendoli unici: hanno la stessa intelligenza ma un modo diverso di manifestarla. Ci si è soffermate sul ruolo che la donna riveste anche a livello professionale: oggi ricopre incarichi importanti in aziende, nella politica, ma spesso le quote riservate a loro sono piuttosto limitate a causa dei pregiudizi ancora presenti nella nostra società. L’incontro ha dato luogo ad un ampio dibattito con le ragazze presenti, in particolare riguardo all’importanza della collaborazione tra uomo e donna all’interno della coppia e della famiglia, nella quotidianità, nell’amore e nel rispetto reciproco. La strada da percorrere è ancora lunga, ma è stato grazie alla perseveranza e alla tenacia di grandi donne che siamo arrivate a risultati non indifferenti, e continueremo la nostra battaglia. W le donne!” ((Rita)

“Serata molto costruttiva per gli argomenti trattati, partecipata e animata, un’esperienza che mi farebbe piacere ripetere. Grazie!” (Petra)

“L’incontro mi ha fatto riflettere molto sul fatto che ci siano ancora dei Paesi in cui la donna viene punita così severamente, addirittura con la pena di morte per adulterio. E’stata sicuramente una serata interessante” (Caterina)

“L’incontro è stato molto interessante per il tema trattato, proprio perché oggigiorno si dovrebbe parlare di più dell’importanza della donna nella società e nella famiglia, così come anche delle disuguaglianze e discriminazioni fra uomo e donna, purtroppo ad oggi ancora presenti. Interessante anche il dibattito successivo. Spero se ne possa parlare anche in futuro più approfonditamente” (Erika)

“L’evento è stato un’ottima occasione per poterci confrontare su un tema a noi molto vicino e di estrema attualità. Gli esperti sono stati molto chiari, esaustivi ed estremamente disponibili. Sarò felice di poter partecipare ad una seconda serata di dibattito con loro” (Giada)

“L’evento “Essere donna oggi” ha visto la partecipazione attiva delle ragazze dell’Istituto, che si sono sentite toccate in prima persona su un argomento così discusso e così attuale. La Dottoressa ha trattato il tema coinvolgendo i presenti al fine di sensibilizzare sulla situazione che vive tutt’oggi la donna nelle varie parti del mondo, i suoi diritti e doveri, usi e costumi, le giustizie e le difficoltà ancora presenti. L’incontro mi è piaciuto molto. Grazie. (Alice)

PROGETTO PILOTA

accompagnamento di persone con disabilità attraverso una “palestra”, un progetto pilota propedeutico all’abitare in autonomia e di inclusione sociale.